Mi Vuole bene ma non mi ama - Adriano Rossi - Sociologo

Strategie e tecniche per far tornare un ex
Vai ai contenuti

Mi Vuole bene ma non mi ama

ARGOMENTI > Crisi di Coppia

MI VUOLE BENE MA NON MI AMA


Molti miei lettori e lettrici vivono questa strana quando dolorosa esperienza di vita nella quale si sentono dire: Ti voglio bene ma non ti amo più, non sento più nulla se non affetto

Anche se non è mai una frase del tutto inaspettata la forza emotiva di queste parole è stravolgente. In genere è la conferma di qualcosa che si sospettava da tempo, lui o lei non è più innamorato e per quanto doloroso chiede di terminare la relazione. Anche se può riguardare coppie che hanno una vita relazionale molto breve più in generale è presente nella coppia cha stanno insieme da anni, spesso sposate con figli.

In questi casi alla fine dell'amore si accompagna un vero e proprio dramma. Nel tempo le personalità dei componenti della coppia si sono plasmate, adattate, modificate, in altri termini senza l'altro non ci si riconosce più. Questo amplifica l'impatto emotivo nel sapere che il partner prova si affetto ma non più amore.
 
Non è mai facile confessare di non amare più, spesso ci sono segnali evidenti che manifestano il calo dell'interesse e della passione ma si sa, ogni coppia attraversa momenti di alti e bassi, malgrado liti ed incomprensioni nessuno metterebbe mai in dubbio la solidità della relazione. Proprio il darsi per scontati diventa un'arma a doppio taglio, perché quando si crede che comunque vada l'amore non è in discussione ecco la frase: Ti voglio bene ma non ti amo più!
 

La prima reazione

 
Normalmente alle parole "non ti amo più" si reagisce con un certo grado di incredulità, la mente ed il cuore rifiutano che  sia vero. Comincia quindi un copione molto simile alle tante coppie da me analizzate. All'improvviso ci si rende conto di aver assunto per troppo tempo degli atteggiamenti sbagliati.  Un piccolo riepilogo delle auto critiche che si rivolge quando un uomo non prova più amore:

1. sono stata troppo gelosa e possessiva impedendogli di fare ciò che desiderava
2. non sono stata attenta ai suoi bisogni
3. dalla nascita del figlio tutte le energie sono state rivolte al bimbo
4. sessualmente era da tempo che eravamo in crisi
5. il lavoro, i figli, gli obblighi hanno fatto si che fossi sempre meno attenta ai bisogni del mio uomo
6. sono incredula, tutto sembrava andare bene, non c'erano segni di crisi di coppia (analizzeremo questo punto alla sezione: e se lui ha un'altra)).

Una cosa è essere critici verso se stessi per gli errori commessi, altra aspetto è diventare ipercritici assumendosi tutte le responsabilità della fine dell'amore. Questo è quello che succede alla maggior parte delle persone che vengono lasciate, assumersi tutte le colpe anche quando in realtà non se ne hanno. Se la relazione è in crisi, se c'è un calo del desiderio e della voglia di stare insieme e soprattutto se un partner confessa all'altro di non amarlo più, le colpe, se così possiamo definirle, stanno da entrambi le parti.

Io lo amo lui no


Il punto è proprio questo, il malessere manifestato da un uomo che arriva a confessare di non provare più nulla non è nato da un giorno all'altro. Da tempo questo malessere era presente in lui, ci pensava e ripensava, arrivando a formulare diversi scenari su come dire queste parole. La consapevolezza dell'impatto emotivo che queste frasi hanno sulla partner sono così intense da rimandare sempre il fatidico momento per dirle.

Per questa ragione le mie lettrici mi dicono che da tempo erano consapevoli che il proprio
uomo era in crisi ma loro negano sempre, si appellano a giustificazioni del tipo: Sono stanco è un periodo stressante, non sei tu ma io, non ti preoccupare ti amo e va tutto bene. Tuttavia, il sesto senso femminile difficilmente si sbaglia, avverte il pericolo ma come detto in precedenza per abitudine o per paura ci si rifiuta di vedere davvero in faccia alla realtà.

Il forte stress emotivo che genera la consapevolezza di non essere più amate produce una serie di azioni dettate dalla paura. Poco importa se parliamo di donne in carriera, manager o casalinghe, o se ci si ritiene di essere dipendenti in amore o viceversa forti e sicure di se, le prime reazioni sono sempre dettate dall'istinto, motivate dalla paura, si fa di tutto per fare cambiare idea al partner.

Alcuni atteggiamenti sono addirittura umilianti ma da uno stato di forte stress e paura non se ne è consapevoli. Ti prometto che cambierò, nessuno ti amerà come ti amo io, è solo una fase poi tornerai ad amarmi, queste in genere sono reazioni istintive e prevedibili, al punto da non essere prese sul serio da chi lascia.

Altri modi per dire non ti amo più

Ci sono persone dirette, altre invece scelgono di dire lo stesso concetto in maniera più soft per cercare di non ferire eccessivamente il partner. Quando dicono:

· non so più cosa provo per te,
· credo di non amarti abbastanza,
· meriteresti un'altra persona che possa corrispondere al tuo amore
· non sei tu ma io

in realtà stanno sempre dicendo la stessa cosa, anche se vengono usati termini diversi. Queste forme più leggere lasciano una certa speranza che la situazione possa cambiare rapidamente, ma spesso essere indiretti fa più danno che altro.
 Quando un uomo si libera del peso che portava dentro e confessa di non sentire più amore, darà seguito con i fatti alle sue parole. Così, mentre una donna si impegna e fa di tutto per riconquistare il marito o compagno l'altro si allontana sempre di più. Questo crea una situazione che può durare anche diversi mesi, ci sono coppie ch si trascinano per lungo tempo senza arrivare ad una conclusione, amplificando nel tempo il distacco fisico ed emotivo.
L'errore che molte donne e uomini compiono quando si trovano a vivere una crisi di coppia è rivolgersi ad un consulente o ad un terapista di coppia troppo tardi. Se hai bisogno della consulenza ricorda che puoi contattarmi andando sulla mia pagina: Consulenza

Se lui ha un'altra

Anche se può sembrare inverosimile per molte donne convinte di conoscere perfettamente il proprio partner la ragione principale che porta alla fine di un amore è la presenza di un'altra persona. Nel mio articolo su come riconquistare un marito ho evidenziato come la maggior parte degli uomini neghi questa possibilità, la loro scelta non è dettata dalla presenza di un'altra donna e molte mogli o compagne di vita si convincono che sia così.
L'amara consapevolezza già dopo pochi mesi della presenza di un'altra donna alimenta maggiormente il dolore ed il senso di impotenza di fronte ad una situazione del genere. Come può tornare ad innamorarsi di me se ha un'altra? Qui bisogna tener conto di numerosi fattori, nonché delle dinamiche relazionali, in altre parole è complesso dare una ricetta unica che valga per tutte le situazioni, ogni relazione è di per se unica ed anche se le dinamiche che portano alla rottura sono piuttosto simili ed è necessario analizzare caso per caso.

In linea di massima l'altra non è mai la vera causa della fine dell'amore ma la conseguenza di un rapporto che era diventato statico, abitudinario, senza emozioni positive ad alimentarlo ma fatto di obblighi e responsabilità.

Cosa fare se lui non mi ama

Come agire quando un uomo ti dice che non ti ama ma che ti vuole bene? Come riaccendere in lui la voglia di averti nella sua vita? La prima cosa da fare è smetterla di agire in base alla paura di perderlo. L'amore non si supplica, lui ti ha amato, ha condiviso con te moltissime esperienze, progetti di vita e chissà, forse anche figli, se stai cercando di recuperare la relazione inizia a sorprenderlo.
Ma come riuscirci se il tuo mondo mentale è in subbuglio, le paure non si riescono a  tenere a freno e per quanto tu non voglia essere supplichevole non ci riesci? Inevitabilmente nella fase iniziale sarà davvero complesso non reagire al dolore attraverso azioni impulsive e supplichevoli, tuttavia si arriverà prima o poi alla conclusione che tutto questo non porta a nulla.

Parlerai con i genitori, i suoi amici, cercherai di capire cosa gli succede davvero, a casa sarai la donna perfetta, innamorata, che si prende maggiormente cura di se, eppure tutto questo non porterà a grandi risultati. Per cercare di riaccendere l'amore nella fase iniziale bisogna lavorare su se stessi. Non è giusto il dolore che provi eppure lo stesso ti fa comprendere un aspetto importante. Tu vali moltissimo, quello che stai vivendo sta intaccando la tua autostima e se non decidi di reagire andrai sempre più a fondo.

Riprendi in mano la tua vita

Apportare dei cambiamenti di facciata non porta a nulla. Molte mie lettrici mi dicono di aver cambiato look, lingerie, di essersi segnate in palestra, di averlo lasciato più libero smettendo di controllarlo, ma tutto questo non porta a nulla perché il vero cambiamento è più profondo.

Bisogna essere realisti e comprendere che l'amore è finito per lui, che non prova più una forte attrazione, che spera di trovare un'altra persona che lo renda felice, se già non è presente nella sua vita. Questa consapevolezza fa male, malissimo, eppure comprendere che adesso si è soli da un'energia incredibile. Molte a questo punto si mettono alla ricerca sul web su come riconquistare un ex, non hanno compreso però che per riuscirci devono prima riconquistare se stesse.

Anche quando si continua a convivere, malgrado la crisi di coppia evidente, bisogna cercare di ricucirsi i propri spazi, iniziare a fare per se stessi e non più per l'altro. Ci sono donne che diventano servizievoli in maniera eccessiva in casa, continuano a preparare i pasti, sono disponibili a letto, fanno di tutto come se nulla fosse successo. E' chiaro l'intento, sperano che agendo in questa maniera prima o poi in lui possa riaccendersi la scintilla dell'amore.

Quella si riaccende solo quando si inizia a trasmettere l'immagine rinnovata, sicura, solare, di se stesse. Cosa hai sempre rimandato nella tua vita? Fallo adesso! Hai bisogno di un sostegno psicologico? Non vergognarti ad andare da uno psicoterapeuta. Esci più spesso di casa, liberati dai pensieri negativi ossessivi che ti fanno credere di non meritare la felicità. Qualsiasi sia la tua età puoi sempre ricominciare, dare valore alla tua vita, vivere le esperienze che avresti sempre voluto realizzare. Non ci riesci? Ricorda che l'aiuto professionale in questi casi è importantissimo, se ne vuoi sapere di più vai alla voce come funziona del sito.

Il tuo reale cambiamento è la chiave per riaccendere in un uomo la voglia di averti di nuovo nella sua vita. A quel punto quei sentimenti che riteneva morti, ma che pur sempre sono esistiti in passato, torneranno a galla. Di certo lui, conoscendoti perfettamente, non crederà mai ad un tuo reale cambiamento, ed è proprio su questo elemento che molte coppie riscoprono l'amore.
___________________________________
Copyright Adriano Rossi 2019 R.M. Media Di Rossi M. PI 02909760601

Dott. Adriano Rossi
___________________
PI 02909760601
Skipe Live
________________________
live:info_1057026
______________________________________
riconquistare un ex
Torna ai contenuti