Mio Marito Vuole la Separazione - Adriano Rossi - Sociologo

Vai ai contenuti

Mio Marito Vuole la Separazione

ARGOMENTI > Separazione e Divorzio

Mio marito vuole la separazione

È un momento duro per voi. Vostro marito vuole separarsi, ma voi lo amate ancora e non volete che il vostro matrimonio finisca. A dispetto dei litigi, delle incompatibilità di carattere, delle differenti visioni sulla vita e sul futuro, quello che provate per lui è un amore autentico, e il desiderio di rimanere al suo fianco non vi permette di accettare un’eventuale separazione.

Innanzitutto, sappiate che la vostra è una situazione comune. Ogni giorno, moltissime coppie vivono quello che voi state affrontando in questo momento e, per fortuna, non sempre queste “crisi di coppia” sfociano in una vera e propria separazione, o, ancor peggio, in un divorzio.

Seguo da anni coppie in forti crisi, mariti e mogli che non si parlano da tempo se non in maniera fredda  e sistematica. Coppie in cui la parola Amore ed Attrazione sono un lontano ricordo. Coppie concentrate solo sui problemi famigliari, poco concentrate in se stesse. E' chiaro che un clima di questo genere può essere un terreno fertile per i tradimenti e la voglia di evasione.

Lettura di approfondimento:

Malgrado questo ci sono donne che sono disposte a mettersi in gioco, ed attraverso i giusti consigli sono molti i casi in cui marito e moglie riescono a riconciliarsi e a costruire un rapporto più forte e sincero. Come? Scopriamolo insieme.

Sommario:

Mio marito ha chiesto la separazione: 5 consigli pratici per fargli cambiare idea

Mio Marito ha chiesto la separazioneNegli ultimi tempi, i litigi e le incomprensioni si sono susseguiti in modo serrato, eppure non avreste mai pensato che si arrivasse a tanto. Lui vuole la separazione e ve l’ha detto chiaramente. Il copione utilizzato dai mariti è per lo più sempre lo stesso:

  • Litighiamo troppo
  • Non sei più quella di una volta
  • Non abbiamo più intimità
  • Non so più cosa provo per te
  • Ti voglio bene ma non ti amo

Queste parole tutto sommato non vi sorprendono, anche voi eravate consapevoli della crisi e forse più di una volta siete state criticate per il vostro modo di essere ma eravate sicure che mai e poi mai lui avrebbe chiesto la separazione.

Tuttavia, voi non siete affatto d’accordo, Desiderate ardentemente salvare il matrimonio. Il problema è che non sapete bene come comportarvi anche perché ci state provando e niente sembra poter suscitare il loro interesse. E' la prima volta che percorrete un terreno così instabile e pieno di insidie. Ecco 5 consigli per salvare il rapporto ed evitare la separazione:

Torna ad essere la donna di cui si è innamorato
Agli albori di un rapporto, quando ci si inizia a frequentare, si mostra all’altro la parte migliore di se stesse. Anche la nostra chimica interna ci viene incontro producendo quelle sostanze che ci permettono di desiderare ardentemente l'altro e farci desiderare.
 
Dopamina, norepinefrina, serotonina … quando ci innamoriamo siamo una fabbrica di droghe naturali   -Helen Fisher-

Con il tempo, però, le cose cambiano: quello che all’inizio sembrava facile, perché era spontaneo, diventa improvvisamente macchinoso. Inconsciamente, sentiamo di aver già conquistato l’altro, e non ci sentiamo più disposte a mettere in atto tutti quei meccanismi di conquista che ci hanno rese attraenti ai loro occhi.

Molte donne, a questo punto, perdono il contatto con la donna che erano all’inizio della relazione, diventano un’altra. Spesso assumono il ruolo di madre/caporale. Oppure, con la nascita dei figli, smettono di prestare attenzione alle esigenze pratiche e affettive del marito per dedicarsi interamente al loro ruolo di mamma.

Se vostro marito vuole separarsi, forse il motivo è più semplice di quello che credete: non riconosce più, in voi, la donna della quale si è innamorato. Il vostro compito, allora, è quello di ritrovare il contatto con la donna che eravate, staccarvi lentamente da un ruolo che avete assunto in maniera prepotente per riscoprire quelle qualità che avete perso nel tempo. Non siete solo delle splendide madri, siete anche delle splendide donne e potete dimostrarlo innanzitutto a voi stesse e di riflesso ai vostri uomini.

Ricominciare ad essere attraente, giocosa e spensierata può davvero aiutarvi a salvare la relazione. Per riuscirci nella maniera più rapida il mio consiglio è che vi affidiate a persone competenti, lasciare stare il "fai da te". Ho aiutato nel tempo centinaia di donne a riappropriasi del loro naturale benessere psico-fisico, aiutato ad uscire da fasi di totale sconforto. Il mio obiettivo è che possiate tornare a splendere in breve tempo, se volete sapere come contattarmi potete andare sulla mia pagina:

Impara a comunicare con lui senza litigare
Lui non è perfetto. Ha le sue colpe, per non parlare dei suoi difetti, che in molti casi vi fanno letteralmente impazzire. Tuttavia, se il vostro obiettivo è quello di recuperare la relazione, dovreste imparare a comunicare con lui in modo tranquillo, senza scenate, senza appesantire il rapporto con lamentele continue e scoppi di rabbia.

Lui vi ha chiesto la separazione? Le vostre prime reazioni sono state probabilmente dettate dalla paura del cambiamento. Non eravate pronte ed avete dato il peggio di voi con pianti, suppliche, promesse di cambiamento. Questo scenario era piuttosto prevedibile e quindi non li avete affatto sorpresi. Prendetevi un po’ di tempo per recuperare la calma e parlate con vostro marito: perché vi vuole lasciare?

Andate più nel profondo, cercate di comprendere le ragioni che lo hanno spinto a prendere una simile decisione. Riflettete: pensate di avere delle colpe? Supponete di poter migliorare? Dopo un periodo di riflessione, spiegategli che avete compreso i vostri errori e che siete disposte a mettercela tutta per cambiare. Dimostrategli le vostre buone intenzioni nella quotidianità, comunicando con lui senza nessuna forma di pressione e seguendo i prossimi consigli.

Lettura di approfondimento: Come affrontare una separazione

Ritrova le tue capacità seduttive
Spesso capita che la donna, dopo il matrimonio e soprattutto dopo la nascita dei figli, incominci a trascurare il proprio lato femminile e seduttivo. L’uomo, dal canto suo, ha bisogno di questo lato giocoso e sensuale per vivere serenamente la relazione.

Iniziare a tornare seducenti per il proprio uomo può essere un obiettivo difficile da raggiungere quando siamo i maggiori critici di noi stessi. Molte donne ritengono di non essere all'altezza delle altre, di non essere sufficientemente attraenti, di non avere più quelle caratteristiche legate al loro grado di bellezza di una volta. Il termine
seduzione è abbastanza generico ma in realtà questo termine nasconde i più seri e potenti codici comunicativi.

Chiunque di noi, anche se non avvantaggiato da una particolare avvenenza estetica, può apprendere ed acquisire specifiche strategie di comunicazione e di comportamento, migliorando in modo sostanziale le proprie abilità di conquistatore. Il punto è che questo richiede pratica, conoscenza, esercizio e volontà. Riprendere contatto con la vostra parte femminile e ammaliante non farà bene solo al vostro rapporto, ma anche a voi stesse.

Sii dolce e affettuosa
Mio marito vuole separarsi e io no”: è quello che molte donne ripetono ad amici e parenti in queste situazioni. Eppure, poi, non fanno niente per cambiare le cose: anzi, reagiscono con rabbia e rancore, radicando sempre di più, nel marito, l’idea che chiedere la separazione sia la cosa giusta da fare.

Di fronte ad una richiesta di separazione del coniuge è normale sentirsi deluse e arrabbiate. Il problema è che sfogare tutta la propria amarezza sull’altro non è costruttivo: può darsi che all’inizio vi faccia sentire meglio, ma è solo un’illusione. Dopo poche ore, vi sentirete nuovamente uno straccio.

Provate a cambiare atteggiamento: mostratevi dolci e affettuose quando parlate con lui; prestategli tutte quelle attenzioni che non gli dedicavate più da molto tempo; riempite la giornata con gesti carini nei suoi confronti. Non c’è niente di meglio che la quotidianità per dimostrare a vostro marito che siete capaci di cambiare.

Quello che dovrete necessariamente cambiare è la vostra zona di comfort, quelle abitudini consolidate, soprattutto se sono negative. Dovrete imparare a reagire diversamente dal passato e non è semplice. La vostra vita insieme ha consolidato ed automatizzato dei meccanismi automatici di domanda e risposta, sapete già come vi risponderà a determinate sollecitazioni. Quello che non sapete è che potete cambiare tutto questo se iniziate ad interagire diversamente dal passatoi.

Indubbiamente per raggiungere un livello ottimale di comunicazione dovete sentirvi bene con voi stesse, da uno stato di malessere non è possibile invertire la rotta.

Fagli capire che sei felice con lui
Di fronte all’infelicità della propria compagna, l’uomo si sente impotente e frustrato. Se volete far cambiare idea a vostro marito e convincerlo a non chiedere la separazione, sforzatevi di cancellare quel muso lungo dal vostro viso.

Ok, non è facile: nella vostra vita, forse, ci sono molti motivi di amarezza, e avete tutte le ragioni per essere tristi e scontrose. Ma provate a mettervi nei suoi panni: vedervi continuamente giù di morale lo fa sentire incapace di rendervi felice. Fategli capire che state bene con lui: organizzate cose divertenti da fare insieme, sorridete spesso, ridete alle sue battute, condividete le vostre passioni. Il rapporto si rinsalderà da solo. Se comunque il suo malessere non diminuisce e continua ad essere convinto della sua scelta potete provare a chiedergli una pausa di riflessione, grazie alla quale può davvero comprendere se sta prendendo la scelta giusta o meno.

Ritrova le tue capacità seduttive

 
Spesso capita che la donna, dopo il matrimonio e soprattutto dopo la nascita dei figli, incominci a trascurare il proprio lato femminile e seduttivo. L’uomo, dal canto suo, ha bisogno di questo lato giocoso e sensuale per vivere serenamente la relazione.

Iniziare a tornare seducenti per il proprio uomo può essere un obiettivo difficile da raggiungere quando siamo i maggiori critici di noi stessi. Molte donne ritengono di non essere all'altezza delle altre, di non essere sufficientemente attraenti, di non avere più quelle caratteristiche legate al loro grado di bellezza di una volta. Il termine seduzione è abbastanza generico ma in realtà questo termine nasconde i più seri e potenti codici comunicativi.

Chiunque di noi, anche se non avvantaggiato da una particolare avvenenza estetica, può apprendere ed acquisire specifiche strategie di comunicazione e di comportamento, migliorando in modo sostanziale le proprie abilità di conquistatore. Il punto è che questo richiede pratica, conoscenza, esercizio e volontà. Riprendere contatto con la vostra parte femminile e ammaliante non farà bene solo al vostro rapporto, ma anche a voi stesse.

Sii dolce e affettuosa
Mio marito vuole separarsi e io no”: è quello che molte donne ripetono ad amici e parenti in queste situazioni. Eppure, poi, non fanno niente per cambiare le cose: anzi, reagiscono con rabbia e rancore, radicando sempre di più, nel marito, l’idea che chiedere la separazione sia la cosa giusta da fare.

Di fronte ad una richiesta di separazione del coniuge è normale sentirsi deluse e arrabbiate. Il problema è che sfogare tutta la propria amarezza sull’altro non è costruttivo: può darsi che all’inizio vi faccia sentire meglio, ma è solo un’illusione. Dopo poche ore, vi sentirete nuovamente uno straccio.

Provate a cambiare atteggiamento: mostratevi dolci e affettuose quando parlate con lui; prestategli tutte quelle attenzioni che non gli dedicavate più da molto tempo; riempite la giornata con gesti carini nei suoi confronti. Non c’è niente di meglio che la quotidianità per dimostrare a vostro marito che siete capaci di cambiare.

Quello che dovrete necessariamente cambiare è la vostra zona di comfort, quelle abitudini consolidate, soprattutto se sono negative. Dovrete imparare a reagire diversamente dal passato e non è semplice. La vostra vita insieme ha consolidato ed automatizzato dei meccanismi automatici di domanda e risposta, sapete già come vi risponderà a determinate sollecitazioni. Quello che non sapete è che potete cambiare tutto questo se iniziate ad interagire diversamente dal passato.

Indubbiamente per raggiungere un livello ottimale di comunicazione dovete sentirvi bene con voi stesse, da uno stato di malessere non è possibile invertire la rotta.

Fagli capire che sei felice con lui
Di fronte all’infelicità della propria compagna, l’uomo si sente impotente e frustrato. Se volete far cambiare idea a vostro marito e convincerlo a non chiedere la separazione, sforzatevi di cancellare quel muso lungo dal vostro viso.

Ok, non è facile: nella vostra vita, forse, ci sono molti motivi di amarezza, e avete tutte le ragioni per essere tristi e scontrose. Ma provate a mettervi nei suoi panni: vedervi continuamente giù di morale lo fa sentire incapace di rendervi felice. Fategli capire che state bene con lui: organizzate cose divertenti da fare insieme, sorridete spesso, ridete alle sue battute, condividete le vostre passioni. Il rapporto si rinsalderà da solo. Se comunque il suo malessere non diminuisce e continua ad essere convinto della sua scelta potete provare a chiedergli una , grazie alla quale può davvero comprendere se sta prendendo la scelta giusta o meno.

Separazione, ma lui non vuole andarsene

Serarazione ma lui non vuole andarseneVostro marito vi ha chiesto la separazione, ma non vuole andarsene di casa? Cercate di capire i motivi che lo spingono a rimanere. Ecco le possibili ragioni:

  • Vi ha chiesto la separazione ma non è convinto di volervi lasciare
  • Non vuole che un altro uomo subentri nella vostra vita
  • Non ha la possibilità economica di pagare un affitto
  • Non si sente pronto a far sapere agli altri (ai vostri genitori, ai vostri amici, ecc.) che il vostro matrimonio è finito
  • Vuole stare con i figli

Qualsiasi sia la ragione che lo spinge a rimanere, se la domanda di separazione non è ancora stata proposta (e, di conseguenza, non sono ancora stati adottati i provvedimenti di assegnazione dell’abitazione), la legge è dalla sua parte: non potete obbligarlo ad andarsene. Anche dopo la separazione, la moglie che si è vista assegnare la casa non può cacciare via il marito dall’abitazione o cambiare la serratura, ma deve farsi assistere da un avvocato, che provvederà ad avviare la procedura di esecuzione forzata.  In questo articolo si approfondisce in quanto tempo il .

Ci sono donne che sperano che la permanenza del marito possa aggiustare le cose, ma per esperienza più che decennale posso assicurarvi che è più probabile un riavvicinamento quando c'è stato un certo distacco fisico piuttosto che continuare a vivere sotto lo stesso tetto.

Non mi ama più ma non vuole separarsi

Un caso particolare è quello in cui il marito dichiara alla moglie di non amarla più, ma non vuole separarsi. La frase ricorrente che le mie lettrici mi scrivono è: mi vuole bene ma non mi ama.  La donna, in questa situazione, si sente spiazzata, e non riesce a capire la scelta del suo compagno: come si può stare insieme ad una persona per la quale non si prova più amore? Quanto può durare una situazione del genere?

Molti uomini preferiscono adagiarsi in una separazione di fatto, ovvero in una interruzione effettiva della vita matrimoniale da parte di uno o di entrambi i coniugi, senza l’intervento di un provvedimento giudiziale che autorizzi i due coniugi a vivere separatamente. Essa può essere messa in atto in modo eclatante – ad esempio, andandosene di casa – oppure continuando a convivere (separazione in casa).

La prima cosa da fare, è parlare con lui in modo aperto e diretto. Domandategli perché, se non prova più amore nei vostri confronti, non vuole la separazione legale. Cercate di capire se lo fa per un senso di possesso nei vostri confronti - non vuole stare con voi, ma non vuole nemmeno lasciarvi libera di iniziare una nuova storia - o magari perché vuole continuare a vivere con i figli. Fategli capire che, se davvero non vi ama più, continuare a stare insieme renderà entrambi infelici per tutta la vita, e che la vostra infelicità ricadrà sui bambini.

Forse è l’idea di affrontare un iter lungo e tortuoso per la separazione a spaventarlo. Spiegategli che è possibile separarsi legalmente in maniera veloce ed economica ricorrendo alla
separazione consensuale senza avvocato.

Separazione con figli
Separazione con figliIn una coppia senza figli, la separazione è un fatto che riguarda due persone. Per una coppia con prole la situazione è più complicata: ad essere coinvolti sono anche loro, i figli, che spesso fanno le spese del disaccordo tra i due genitori.
Per un bambino, è difficile capire i motivi che spingono mamma e papà a separarsi. Inutile, quindi, profondersi in spiegazioni complicate: l’importante è fargli capire che per lui non cambierà nulla;  che, anche se mamma e papà si separano, continueranno ad esserci allo stesso modo per lui. Il vostro compito è quello di non farlo stare peggio: la parola d’ordine, dunque, è controllarsi, mettendo davanti al proprio dolore il bene dei figli.

Nella separazione consensuale con figli, l’accordo tra i due coniugi riguarderà soprattutto gli aspetti legati alla questione familiare: i figli hanno il diritto di mantenere un rapporto con entrambi i genitori, in modo equilibrato. La cautela non è mai troppa: mamma e papà dovrebbero evitare di litigare di fronte ai bambini e, possibilmente, in loro presenza, parlare sempre bene l’uno dell’altro.
___________________________________
Copyright Adriano Rossi 2019 R.M. Media Di Rossi M. PI 02909760601

Dott. Adriano Rossi
___________________
PI 02909760601
Skipe Live
________________________
live:info_1057026
______________________________________
riconquistare un ex
Torna ai contenuti