Pausa di riflessione - Adriano Rossi - Sociologo

Strategie e tecniche per far tornare un ex
Vai ai contenuti

Pausa di riflessione

ARGOMENTI > Crisi di Coppia

Pausa di riflessione

Queste tre temute parole possono creare un vero e proprio caos emotivo. Lui vuole una pausa di riflessione, ha bisogno dei suoi spazi, di comprendere se stesso e cosa vuole davvero. Se stai leggendo questo articolo sicuramente ti è stata chiesta una pausa di riflessione e stai cercando di comprendere se essa porterà alla fine inesorabile della relazione o ad un reale cambiamento positivo.

Il punto è che l'attesa è stressante, si vive nella speranza di una chiamata o di un messaggio che rompa il silenzio assordante ma questo difficilmente avviene. Ad ogni modo se sei alla ricerca di informazioni utili che possano farti comprendere davvero cosa sta succedendo, ti consiglio di leggere fino in fondo, potrai restare sorpresa di quante possibili sfaccettature si nascondono dietro la famosa pausa di riflessione. L'articolo è rivolto ad entrambi i sensi anche se è stato scritto rivolgendomi direttamente all'universo femminile. Inutile dire che ogni caso è specifico e richiede un'attenta analisi delle dinamiche che lo hanno generato.

Come gestire una pausa di riflessione

Pausa di Riflessione
Forse era già da tempo che manifestava i suoi dubbi sulla relazione, forse è accaduto all'improvviso, in maniera totalmente inaspettata, ad ogni modo l'impatto emotivo è sempre molto intenso. La prima reazione alla sua decisione è chiedersi: che cosa ho sbagliato? Perché ho continuato a comportarmi sempre alla stessa maniera se ero consapevole che questo, prima o poi, avrebbe portato ad un suo distacco?

Come posso cambiare e far si che lui torni ad innamorarsi di me?
E' chiaro che ogni volta che si vive una situazione del genere i sensi di colpa la fanno da padrona. Se solo non fossi stata così gelosa, insicura, pressante, se lo avessi lasciato più libero o fossi stata più attenta ai suoi bisogni non saremmo arrivati a questo. Fai un bel sospiro di sollievo, le colpe, se così possiamo definirle, non sono solo tue ma di entrambi. Anche lui ha sbagliato non comprendendo le tue eccessive reazioni che in qualche modo volevano richiamare la sua attenzione ad una maggiore vicinanza. Non nego però che, dalle molte mail che ricevo, ci siano ragazze e donne davvero troppo pesanti, eccessivamente gelose, che scaricano nel partner paure ed insicurezze mai davvero superate. La pausa di riflessione, sotto questo aspetto, deve essere vissuta come una fase di cambiamento, di crescita personale, di superamento di vecchie barriere e schemi mentali obsoleti ed inutili.

Gestire ottimamente la pausa di riflessione significa dare nuovo slancio ad una relazione entrata in forte crisi. Ciò che nessuna vorrebbe vivere è stare distanti dall'altro, si ha paura che in questo modo l'altro si abitui e si allontani sempre di più. In realtà stare insieme continuando a discutere continuamente o non parlandosi affatto provoca un danno maggiore. A quel punto non si parla più di pausa di riflessione  ma di vera e propria rottura, che può essere insanabile.

Sul mio articolo puoi trovare utili consigli su come gestire il post rottura.

Come Gestire la Pausa di RiflessioneRispettare la sua decisione è davvero difficile per molte ragazze e donne  che non fanno altro che continuare a chiamarlo o messaggiarlo nella speranza di un rapido riavvicinamento. Per quanto tu possa stare male, non contattarlo! Prima di chiederti una pausa ci ha pensato e ripensato. La sua non è una decisione presa con leggerezza, lui ha bisogno di comprendere quanto ti ama davvero e se gli manchi e per riuscirci non vuole avere contattato.

Lascia che sei lui a contattarti, prendersi una pausa da questa relazione è stata una sua idea, quindi spetta a lui mettersi in contatto con te se vuole parlare. Tu non chiamarlo, messaggiarlo, guardare cosa fa nei social, anche quando ne avresti motivo. Lasciagli fare quello che vuole e tu non restare semplicemente in attesa, devi darti davvero da fare per rientrare nella sua vita in maniera completamente diversa dal passato. La pausa di riflessione è un campanello d'allarme molto potente, vi sta ricordando che la relazione è appesa ad un filo sottile. Se non ci sono dei cambiamenti è inutile tornare insieme, la relazione avrebbe i giorni contati.

Pausa di riflessione dopo un tradimento

La pausa di riflessione può essere in alcuni casi la conseguenza della scoperta di un tradimento. A volte può essere subita, altre si è l'artefici della crisi di coppia. Di seguito due esempi classici relativi alla pausa a causa del tradimento.

Sono F. ti scrivo per riassumere la mia storia è cercare un modo affinché torni ad avere fiducia in me. Dopo una storia di 7 anni e mezzo con i propri alti e bassi ma con un darsi al 100% nei confronti dell'altro ho fatto l'errore più grande della mia vita. Ho frequentato per 3 mesi un altro uomo, dicendo a lui di andare a trovare un'amica. Ho proseguito dicendo mille bugie per vedere l'altro e mi accertato ogni volta che lui mi credesse architettando i dettagli. Ha scopeto tutto nel modo più banale, avevo dimenticato di cancellare l'ultima nostra chat e da allora non vuole più saperne di me. Ho tradito la sua fiducia e da 2 settimane ha detto che ha bisogno dei suoi spazi per riflettere. Ho paura che dopo questa pausa mi dirà che è finita per sempre.

Ho 38 anni mio marito 43, siamo sposati da 7 anni ed abbiamo un figlio meraviglioso. I primi di giugno ha voluto una pausa di riflessione, diceva di non sentirsi più felice in casa, che io ero cambiata, non mi preoccupavo più di lui ma solo di nostro figlio. E' andato a vivere in un appartamento in affitto per un mese e di li a poco ho scoperto che li portava la sua amante, guarda caso una sua collega di ufficio. ...

Queste situazioni possono dare origine a due azioni immediate da parte di chi le subisce, o decide di interrompere la relazione o chiede una pausa riflessiva. E' possibile permettendo alla coppia di rinascere? Complesso ma non impossibile.

I nostri errori o quelli degli altri è bene ed è realistico pensarli in termini di ciò che noi abbiamo o non abbiamo fatto, non in termini di ciò che essi hanno fatto di noi. In altre parole non dobbiamo confondere il nostro comportamento con il nostro "io".  Una presa di coscienza più alta permette un rapido distacco dal giudizio. Se avete commesso un errore, come tradire la fiducia del partner perché lo avete tradito, non siete cattivi, insensibili, o dei mostri, siete persone normali che hanno commesso degli errori. Questi errori possono portare alla fine del rapporto? Dipende dalla profondità del vostro amore, se lo stesso è stata conseguenza di un rapporto finito da tempo, se ci sono dei figli di mezzo ma soprattutto dalla capacità di saper perdonare

Quando è  giusto prendere una pausa dal proprio partner

Prendere una pausa dal proprio partnerSi può arrivare in una fase del rapporto in cui ci si accorge di essersi persi all’interno di non riconoscere più se stessi e si scopre di non possedere più la propria individualità. Molte coppie, a distanza di tempo non si riconoscono più, nemmeno le ragioni motivi che li avevano portati ad innamorarsi. Quando ci si rende conto di sentirsi attratti da un'altra persona, di non avvertire più il bisogno e la necessità di stare sempre con il partner. In questi casi  è opportuno guardarsi negli occhi e dichiarare la “coppia è in crisi. Le coppie che mostrano un interesse maggiore alla risoluzione dei propri problemi chiedono aiuto ad un terapeuta, altre continuano a rimandare, abituate, per così dire, ad una crisi sotterranea che è entrata a far parte della routine di coppia.
In questi casi è fondamentale chiedere una pausa di riflessione, che non significa una rottura della relazione, bensì la scoperta di un nuovo modo di relazionarsi. Di seguito altre cause che possono motivare la richiesta di una pausa di riflessione:

1. Scoprire la verità. A volte abbiamo paura della verità perché scoprirla può portarci a dover cambiare. Ma la verità è che se, ad esempio, hai sempre desiderato un figlio ed il tuo partner continua a rimandare, è meglio chiudere il rapporto per quanto possa fare male. La pausa di riflessione può quindi essere vista come una verifica ai propri dubbi, se lui torna è perché ha compreso di avere gli stessi obiettivi, se non lo fa è perché vi stavate trascinando in una relazione che non avrebbe portato a nulla.

2. Scoprire se gli manchi. Chi nella coppia inizia a sentirsi sempre più trascurato vede in un periodo di allontanamento la possibilità di risvegliare nell'altro il desiderio e la passione di una volta. Se mi allontano spero di mancargli e che mi cerchi". Chiaramente bisogna essere consci che questa strategia può sia portare ad un rapido riavvicinamento che ad un allontanamento definitivo. A volte però resta l'unica  scelta da fare per salvaguardare il proprio benessere psico-fisico, perché restare incastrati in un rapporto dove non ci si sente amati può avere forti ripercussioni sulla propria autostima.

3. Riscoprire se stessi. Molto frequentemente leggo  nelle vostre mail questo bisogno di staccarsi dal partner per ritrovare se stessi.  Quando ci innamoriamo spesso l'altro diventa l’approdo sicuro, il luogo dove adagiarsi e perdersi. Se questo elemento nella fase iniziale è molto gratificante e dà un senso di protezione e sicurezza, alla lunga finisce per dare il partner per scontato. Lui non è solo l'amore ma è anche un amico, il confidente, colui che ci accompagnerà alla vecchiaia.
Ecco che allora, in alcune persone, può nascere il bisogno di riscoprire se stessi senza l'altro. Questa esigenza nasce quando il rapporto si è appiattito e la routine ha preso il sopravvento. Per riuscirci bisogna staccare dal proprio punto di riferimento, scoprire se è lui la causa dello smarrimento e mancanza di creatività che si sta vivendo.

4. I disaccordi danno origine a liti ed incomprensioni. Spesso per una coppia è molto pericolosa la mancanza di conflitti, perché essa può rivelare un' adesione rischiosa e totalitaria  alle esigenze dell’altro ed una perdita della propria individualità. Questo farà fare un sospiro di sollievo a tutte quelle persone convinte che liti ed incomprensioni permettono alla relazione di crescere, tuttavia questo dipende dalla qualità e dalle argomentazioni trattate. Quando un partner, a causa dei continui disaccordi, decide di prendere una pausa di riflessione, evidenzia una relazione già in crisi da tempo.  In questi casi, la pausa può diventare un momento di rinascita della coppia e di riscoperta di se stessi.

Quando non bisogna chiedere una pausa di riflessione

Se risultano evidenti le ragioni che possono portare a chiedere un certo lasso di tempo di distacco c'è ne sono altre nelle quali chiedere una pausa produce esattamente l'effetto contrario a quello sperato. Vediamo alcuni esempi:

  • Non è mai una buona idea chiedere una pausa perché vuoi avere il sopravvento in una discussione. Se provi cioè a voler imporre il tuo potere sul partner, cercando di manipolarlo facendogli credere che hai il coraggio di chiudere la relazione, molto probabilmente ciò che otterrai è un suo rapido allontanamento.
  • Non chiedere una pausa di riflessione se sei interessata a qualcun altro, Non di rado capita che una persona possa sentirsi confusa ed attratta da un'altra, quindi potrebbe giocare sporco, chiedere un periodo di no contact per poter meglio comprendere cosa prova per l'altro. Ci andrà a letto, lo frequenterà e se le cose vanno male c'è sempre lui ad attendere. Prima o poi questi tradimenti escono fuori ed il rapporto non resisterà a questa verità tenuta nascosta. Una persona innamorata non accetterà mai che mentre stava  male in casa pensando alla crisi di coppia veniva tradita la sua fiducia.
  • Non chiedere una pausa se il problema è risolvibile con il dialogo e la comprensione, mettendo da parte tutti i rancori. Analizzando molti casi sono arrivato alla conclusione che molti problemi di coppia potrebbero essere risolti mettendo da parte il proprio orgoglio, cercando di riscoprire le ragioni che hanno portato due persone estranee ad innamorarsi e fare progetti di vita. Spesso l'altro non è il nemico o l'ostacolo per il raggiungimento dei propri obiettivi. E' molto più probabile che nel tempo si siano instaurati meccanismi automatici non funzionali e che la comunicazione sia state male gestita.


Conclusione


Problemi di coppiaA volte separarsi per un certo lasso di tempo può essere l'esigenza è di entrambi, molto più spesso accade che sia uno a sentire il bisogno di staccare momentaneamente da un rapporto che lo sta logorando e non lo rende più felice. Può avere bisogno di trovare tempo per sé, ridefinire i confini, trovare nuove strade su come gestire la coppia.


La pausa di riflessione può diventare una nuova possibilità di conoscersi ed è un'opportunità che può dare nuovo slancio ad una relazione priva di emozioni positive. Il vero pericolo di una coppia è darsi per scontati, credere di conoscere perfettamente l'altro da non restare più sorpresi da nulla. Quando accade non c'è più spazio per la creatività, ci si irrigidisce e la fiducia necessaria per affrontare i cambiamenti viene meno. E' importante che prima di tornare insieme aver ritrovato se stessi. In altre parole continuando sulla falsa riga di sempre si finirebbe col perdersi e col farsi attrarre da un nuovo partner. In una situazione di crisi di coppia un'altra persona da cui ci si sente attratti apparirà sempre più intrigante ed affascinante dell'attuale partner.

SEGUI @AdrianodiR su Twitter e ricorda di seguire la mia pagina Facebook

___________________________________
Copyright Adriano Rossi 2019 R.M. Media Di Rossi M. PI 02909760601

Dott. Adriano Rossi
___________________
PI 02909760601
Skipe Live
________________________
live:info_1057026
______________________________________
riconquistare un ex
Torna ai contenuti