Crisi di Coppia - Adriano Rossi - Sociologo

Vai ai contenuti

Crisi di Coppia

ARGOMENTI > Crisi di Coppia
Crisi di Coppia
Nell’ambito di una relazione duratura, la crisi di coppia è un evento tutt’altro che raro. Insorge quando i due partner entrano in conflitto per qualche motivo, perdono interesse l’uno per l’altro o non riescono più a comunicare.  E' indubbiamente un tema per il quale molte persone chiedono di essere seguite consapevoli che continuare a far finta di niente o agire nella maniera meno idonea comporta solo un clima sempre più irrespirabile nella coppia.

Affrontare una crisi di coppia può risultare stressante e compromettere seriamente la qualità della vita. Anche chi prova a far finta di niente, prima o poi dovrà fare i conti con la realtà. Gestire una crisi di coppia non è semplice; non sempre è possibile farlo in modo autonomo e molti di voi quando se ne rendono conto iniziano la ricerca di una soluzione: in alcuni casi l’intervento di un bravo terapeuta può aiutare a risolvere la situazione di conflitto o di stallo ma non sempre entrambi i coniugi sono disposti a farlo. Generalmente uno dei due spingerà per la terapia di coppia mentre l'altra di mostrerà restia.

Il primo passo per superare la crisi è ammettere che qualcosa non va. Sembra banale, eppure accettare che ci sono dei problemi nella relazione è tutt’altro che scontato. Provate a dire ad alta voce: “Sono in crisi con mio marito”, “il mio matrimonio sta vivendo un periodo difficile”, e, ancora, “ci sono dei problemi ma è possibile trovare delle soluzioni”. Molte coppie invece si trascinano in una sorta di routine negativa che non ha mai fine. La crisi è evidente, ci sono tutti i segnali ma si ha paura ad affrontare il problema parchè si teme di scoprire una realtà scomoda, ossia che l'altro non ci ama più.

Sommario:

   

Cause della crisi di coppia

 
L'errore principale che molte coppie commettono è quello di riconoscere di essere in crisi e di avere bisogno di un aiuto esterno per la sua risoluzione. È essenziale che entrambi i partner siano pronti a riconoscere la realtà della crisi. Allo stesso modo, è importante mantenere un atteggiamento positivo: i problemi ci sono, sono evidenti, ma trovare una soluzione è possibile. Questo atteggiamento di consapevolezza e positività è la base di tutto: solo così si potranno mettere in atto le strategie giuste per superare la crisi di coppia e ricostruire la relazione su solide basi.

La crisi matrimoniale può insorgere per ragioni diverse. Le cause più diffuse sono i tradimenti, l’interferenza delle famiglie d’origine e i problemi economici, l'elemento sesso ma anche la difficoltà di comunicazione e l’insorgere di eventi destabilizzanti (come lutti, malattie, catastrofi) giocano un ruolo primario.

Potrebbe interessarti il mio articolo: Mio marito vuole separarsi, come comportarsi


Le 5 principali cause:

  • Una delle principali cause che portano ad una crisi di coppia è il controllo eccessivo da parte di uno dei due partner sull’altro. Quando la gelosia si trasforma in possessività, all’interno della coppia nascono problemi e conflitti che vanno risolti. Anche la mancanza di dialogo porta la relazione alla crisi: se non c’è la voglia di parlare con l’altro, o se qualsiasi argomento porta al conflitto, bisogna affrontare il problema e cercare delle soluzioni. Da dove nasce questo bisogno di controllare l'altro? Dalle proprie paure ed insicurezze che se portate all'estremo si manifestano con atteggiamenti di controllo e chiusura. Molte donne mi scrivono che la causa principale della crisi che la relazione sta vivendo è dovuta ad un periodo, generalmente lungo, nel quale non hanno fatto altro che criticare il partner, si sono mostrate poco attente ai loro bisogni, nella coppia gli obblighi avevano preso il sopravvento su tutto il resto.
 
  • La nascita dei figli è un altro fattore che può mandare in crisi molte coppie. Diventare genitore è una gioia indescrivibile, molte coppie raggiungono con difficoltà questo traguardo ma a volte, piuttosto che cementare l'amore, la nascita di un figlio crea un passaggio da coppia a famiglia che può essere non del tutto indolore. Molte donne fanno autocritica ammettendo che dalla nascita del figlio tutto l'impegno e le attenzioni sono state rivolte al proprio bambino, riducendo a poco a poco la dimensione romantico - erotica con il proprio partner. Gli effetti di questa mancanza nel rapporto non sono immediati, si manifestano più in la nel tempo, ma quando avvengono sono devastanti. In genere è l'uomo che si dichiara disinnamorato, ma spesso non esce di casa per diverse ragioni che ho  approfondito in questo articolo: Come recuperare una relazione in crisi.

  • I problemi economici sono tra le cause più frequenti e difficili da risolvere. La frustrazione che si crea nella coppia a causa di un improvviso crollo delle proprie finanze può generare seri problemi. I partner si trovano a dover mutare sensibilmente il proprio stile di vita, rinunciando a momenti di svago quali cene fuori, viaggi, spettacoli, appuntamenti al centro benessere, e altre attività piacevoli che contribuivano a tenere unita la coppia.

  • Anche l’ingerenza della famiglia d’origine può essere motivo di crisi. Può succedere, infatti, che uno dei due partner non riesca a tagliare il cordone ombelicale, e permetta a genitori e parenti di intervenire nella propria relazione amorosa con consigli e critiche. Questa continua ingerenza, a lungo andare, può portare il partner all’esasperazione e compromettere seriamente la stabilità della coppia.
 
Infine, un matrimonio in crisi è anche il frutto di promesse infrante, calo del desiderio ed eventi traumatici. Tra questi ultimi figurano situazioni catastrofiche, come la malattia di un figlio, o molto stressanti, come il desiderio di un figlio che non arriva. Di qualsiasi entità sia il problema, esistono strategie per riuscire a risolverlo. Ma prima è essenziale prendere consapevolezza della crisi di coppia attraverso l’osservazione di alcuni segnali tipici.

Se il vostro obiettivo è tornare con lui vi consiglio di leggere il mio articolo: Come riconquistare un uomo

 

Crisi di coppia: sintomi


Crisi di Coppia SintomiIl primo sintomo della crisi di coppia è la riduzione dell’intimità. All’inizio di una relazione, il contatto fisico ed erotico tra i partner gioca un ruolo fondamentale. Si ha continuamente voglia di toccarsi, baciarsi ed abbracciarsi. La ricerca del corpo dell’altro fa parte della fase dell’innamoramento.

Con il tempo, però, la situazione cambia. Il bisogno di contatto si riduce sempre di più, fino, in alcuni casi, ad annullarsi. Si cercano scuse per evitare i rapporti sessuali; ogni bacio, abbraccio o carezza perde di spontaneità e diventa un gesto faticoso da compiere.

In alcuni casi, questo tipo di sintomo può essere causato da eventi esterni, ad esempio da un carico di lavoro esagerato, da problemi di salute o da forti preoccupazioni. Molto spesso, però, alla base della freddezza fisica c’è una perdita di interesse da parte di uno o di entrambi i partner.

Un altro sintomo evidente è l’insofferenza per la quotidianità. Cose di pochissimo conto, come un tavolo sporco di briciole, una bottiglia chiusa male o i calzini sul pavimento diventano eventi stressanti, affronti indicibili pronti a farci imbestialire. Questo non significa che dobbiamo apprezzare ciecamente tutto quello che fa il nostro partner, ma se tutte quante le sue azioni ci sembrano sbagliate, se le sue abitudini ci provocano un sentimento di grande insofferenza, dobbiamo iniziare a porci qualche domanda: “perché tanta rabbia?”, “la mia insofferenza per cose banali nasconde qualcosa di più profondo?”.

Tra i segnali più evidenti dei matrimoni sempre più in crisi c’è l’insorgere della noia. Tutto ciò che prima ci sembrava entusiasmante solo perché lo facevamo insieme a lui, all’improvviso non ci stimola più. Perfino una cena nel ristorante più romantico della città, o un viaggio in luoghi che abbiamo sempre voluto visitare, ci sembrano cose noiose che eviteremmo volentieri di fare. Se vi riconoscete in questi sintomi, è probabile che nella vostra vita sia in atto una crisi di coppia molto profonda che se non affrontata avrà come esito finale la separazione. Per fortuna, anche di fronte alle crisi più gravi, è possibile salvare la relazione mettendo in atto le strategie giuste. Vediamo subito come superare una crisi di coppia.

7 consigli per superare i conflitti nella coppia

Consigli per superare i conflitti nella coppia
Di fronte ai segnali che abbiamo visto, come gestire la crisi matrimoniale? In realtà, in molti casi basta cambiare approccio per assistere ad un miglioramento della vita di coppia. Ascoltare le esigenze dell’altro, essere più gentili, prendersi cura della propria persona, sono tutti comportamenti che aiutano a risolvere i conflitti. Vediamo i 7 passi per superare una crisi di coppia.

Comprendere le cause della crisi

La prima cosa da fare è comprendere che cosa non funziona nella coppia. Fate una lista dei problemi principali e dei cambiamenti che possono essere attuati per risolverli. Anche un elenco di ciò che funziona bene è importante, perché aiuta a capire da cosa ripartire per rinnovare il rapporto.

Faccia a faccia

Imparate a confrontarvi con il partner, parlando apertamente della vostra crisi di coppia, delle cause che l’hanno scatenata e delle possibili soluzioni. Sedetevi con lui, in un momento di tranquillità, cercando di essere più sincere possibili, e chiedendo al partner di fare altrettanto. Preparatevi ad affrontare l'altro punto di vista, accettate le critiche che ricevete, non siate sulla difensiva altrimenti non emergerà la verità.

Come gestire una crisi di coppia con la comprensione

Spesso riserviamo la gentilezza agli estranei, mentre con il partner e con i famigliari ci comportiamo in modo meno empatico. Questo si traduce in risposte brusche e nella totale assenza delle più elementari formule di cortesia. Un atteggiamento di questo genere, a lungo andare, rischia di rovinare il rapporto. Dobbiamo imparare ad essere gentili con il partner, in modo tale che si senta ogni giorno amato ed apprezzato, e chiedere a lui di fare lo stesso. Salutare con gioia, usare le parole “grazie” e “prego”, farsi vicendevolmente piccoli favori, scambiarsi complimenti, sono tutti comportamenti che aiutano a superare una crisi di coppia.

Rispettare i desideri del partner

Mai dare per scontato quello che il partner desidera. Per sapere davvero cosa può renderlo felice, dobbiamo imparare ad ascoltarlo. Questo non significa che dobbiamo accontentare tutti i suoi capricci: se alcuni suoi desideri sono contrari ai nostri valori, dobbiamo imparare l’arte della diplomazia e negare quello che ci chiede, cercando di non ferire i suoi sentimenti. Spesso un desiderio comune a molti uomini è quello di sentirsi più liberi, avere spazio da condividere con gli amici, mentre molte donne vorrebbero che tutto il loro tempo sia condiviso in famiglia. In questo caso vi ricordo che più cercate di tenervi stretto un marito o compagno perché temete che possa tradirvi più create voi stesse le condizioni affinché la vostra profezia si avveri. Nella coppia deve esserci la giusta libertà e fiducia, se viceversa non ci riuscite chiedetevi quali paure vi portate  dentro di voi da tempo che vi impediscono di sentirvi sicure di voi stesse.

Perdonare

Sarebbe facile dare la colpa al partner per tutti i problemi che hanno generato la crisi. Anche quando le colpe sono palesi, come nel caso di un tradimento, non possiamo evitare di porci delle domande. Infatti, se i conflitti sono scaturiti dal comportamento sbagliato del partner, non significa che siamo autorizzati a sentirci sollevati da ogni responsabilità.
 

Lettura di approfondimento: Come superare un tradimento

Prendersi cura di sé

La quotidianità ci mostra degli aspetti del partner molto intimi, e viceversa. All’inizio di una relazione, si dà molto peso alla cura del corpo, non solo per quanto riguarda l’igiene, ma anche in relazione alla sfera estetica. Si rimane ore davanti all’armadio alla ricerca del vestito perfetto, ci si preoccupa del trucco e dei capelli, si cerca sempre di apparire più belle ed attraenti. Con la convivenza, queste accortezze iniziano a sembrare superflue: ci mostriamo al partner in tuta, con i capelli spettinati, l’alito cattivo e le pantofole pelose. Questo non vuol dire che dobbiamo girare per casa in abito da sera; bastano piccole accortezze, come scegliere vestiti comodi ma carini, stendere un filo di mascara e dedicare qualche cura in più alla nostra persona anche quando si rimane tra le mura domestiche.

Mostrare il proprio cuore

Inutile mettere in atto strategie per superare la crisi di coppia se manca la partecipazione emotiva. Il vostro amore per il partner dovrà trasparire nei piccoli gesti quotidiani: scrivere bigliettini d’amore da lasciare sul tavolo, mandare messaggi affettuosi e prestarsi a piccoli favori durante la giornata sono modi per far capire al partner quanto si tiene a lui. Solo dimostrando un affetto sincero si potrà rinnovare la relazione su basi solide e durature.
___________________________________
Copyright Adriano Rossi 2019 R.M. Media Di Rossi M. PI 02909760601

Dott. Adriano Rossi
___________________
PI 02909760601
Skipe Live
________________________
live:info_1057026
______________________________________
riconquistare un ex
Torna ai contenuti